Prestito cessione del quinto

  • Tutto quello che conta sul prestito cessione del quinto
  • Alcune tra le migliori proposte in comparazione
  • Senza impegno né verifica CRIF

Scopri il miglior prestito cessione del quinto

Aggiornato Dicembre 8, 2022
Importo del prestito
Mostra tutti
Durata
mesi
Mostra tutti
mesi
2.496 persone hanno scelto questo prestito negli ultimi 31 giorni
9.5
Recensione
Importo del prestito 2.000 – 75.000 €
Durata 61 – 2555 giorni
Tasso percentuale annuo 5.2 – 16.4 %
Pagamento stimato Domani 10:57
  • 100% online
  • Il tuo prestito pre-accettato all’istante
  • Gratuito e senza impegno
Esempio: Prestito Personale di importo pari a € 15.000 da rimborsare in 60 mensilità di 283,74€. TAEG fisso: 7,42 %. TAN fisso: 4,96 %. Interessi totali dell’operazione: 2.024,40€€. Importo totale dovuto per il prestito 17,024,40 €. Il TAN e il TAEG annuali variano a seconda del profilo dell’utente e del prodotto selezionato. Periodo compreso tra 61 giorni e 84 mesi. Il TAEG annuo minimo è del 5,2% e quello massimo del 16,4%.
1.426 persone hanno scelto questo prestito negli ultimi 31 giorni
8.5
Recensione
Importo del prestito 2.000 – 75.000 €
Durata 61 – 2555 giorni
Tasso percentuale annuo 5.2 – 16.4 %
Pagamento stimato Lunedì 08:00
  • Processo rapido
  • Finanziamento 100% online
  • Richiesta personalizzata
Esempio: Importo richiesto 19.094,21 euro: TAN fisso 3,4 %, TAEG fisso 4,04 %, in 120 rate da € 193. Spese, già incluse nel calcolo del TAEG: commissioni Intermediario incaricato per istruttoria pratica € 0,0, commissioni istruttoria pratica € 500,00, imposta di bollo/sostitutiva € 16,00, interessi € 3.549,79. Importo totale del credito: 23.160,00 euro. Periodo compreso tra 61 giorni e 2.555 giorni. Il TAEG annuo minimo è del 5,2% e quello massimo del 16,4%.
Nuovo prodotto
6.7
Recensione
Importo del prestito 300 – 3.000 €
Durata 3 – 36 mesi
Tasso percentuale annuo 21.84 – 21.84 %
Pagamento stimato Lunedì 08:00
  • Richiedi la carta YOU in soli 2 minuti
  • Credito gratuito fino a 7 settimane
  • 100% online
Esempio: Tasso di interesse nominale annuo applicabile al pagamento differito: 19,92% (APR 21,84%). A titolo esemplificativo, differire un importo di 1.500 euro (prelievo integrale il primo giorno), con un periodo di rimborso di 4 anni, in 47 rate mensili di 45,58 euro e un’ultima rata di 45,70 euro, importo totale dovuto a alla fine di tale periodo (capitale + interessi) di € 2.187,96. Periodo compreso tra 3 mesi e 36 mesi. Il TAEG annuo massimo è del 21,84%.
Nuovo prodotto
7.3
Recensione
Importo del prestito 5.000 – 30.000 €
Durata 24 – 84 mesi
Tasso percentuale annuo 15.75 – 16.88 %
Pagamento stimato Gennaio 9, 2023
  • Finanziamenti altamente personalizzati
  • Consulenza dedicata di un esperto Compass
  • Scegliere il finanziamento più in linea con le tue esigenze
Esempio: Importo totale del credito € 9.000. Importo totale dovuto € 14.767,36. Modalità di rimborso con addebito diretto in conto (SDD). TAEG 16,60% inclusivo di: interessi al TAN Fisso 14,65%; spese di istruttoria pari a € 135,00; spese incasso e gestione pratica € 1,00 a rata; oneri fiscali applicati al contratto richiesti con prima rata € 22,84; oneri fiscali applicati alle comunicazioni periodiche di trasparenza € 0,00; spese di invio comunicazione periodica di trasparenza annuale € 0,56 se cartacea (gratuita online). Durata totale del finanziamento: 84 mesi. Importo richiedibile min. 5.000€ max 30.000€ rimborsabile min 24 mesi, max 84 mesi. TAEG min 15,75% e TAEG max 16,88%.
Nuovo prodotto
8.9
Recensione
Importo del prestito 1.000 – 50.000 €
Durata 6 – 84 mesi
Tasso percentuale annuo 4.99 – 16.74 %
Pagamento stimato Gennaio 9, 2023
  • Richiedi un finanziamento in 3 minuti
  • Esito finale entro 24h
  • Prestiti a tasso fisso e rate costanti
Esempio: Per un importo totale di 10.000 € rimborsabile in 84 mensilità di 140,77 €. TAEG fisso: 4,99 % (esclusa l’assicurazione facoltativa, in caso di scelta dell’assicurazione il tasso promozionale decade). TAN fisso: 4,49 %. Costo del servizio: 131,71 €. Interessi totali dell’operazione: 1.692,97 €. Importo totale dovuto per il prestito 11.824,68 €. Il numero di rate disponibili va da un minimo di 6 mesi ad un massimo di 84. l TAEG min applicabile è del 4,99% e quello massimo è del 16,74%
Nuovo prodotto
Recensione
Importo del prestito 1.000 – 60.000 €
Durata 12 – 120 mesi
Tasso percentuale annuo 2 – 17.887 %
Pagamento stimato Dicembre 23, 2022
  • Preventivi personalizzati
  • Completamente gratuito e senza impegno
  • Con 10 anni di esperienza
Esempio: TAN fisso a partire da 3,75% – Importo messo a disposizione del consumatore: 25.000 € – 120 rate mensili da 282,77 € – TAEG 6,61%. Importo restituito: 33.932.40 €. Periodo compreso tra 12 mesi e 120 mesi. Il TAEG annuo minimo è del 2% e quello massimo del 17,887%.
Nuovo prodotto
Recensione
Importo del prestito 5.000 – 75.000 €
Durata 36 – 120 mesi
Tasso percentuale annuo 3 – 10 %
Pagamento stimato Dicembre 23, 2022
  • Nessun garante richiesto
  • Riceverai tutte le informazioni in modo veloce
  • Rimborso leggero fino a 10 anni in piccole rate
Esempio: Importo messo a disposizione del consumatore: 25.000 €. 120 rate mensili da 282,77 €. TAEG 6,61%. Importo restituito: 33.932.40€. Periodo compreso tra 36 mesi e 120 mesi. Il TAEG annuo minimo è del 3% e quello massimo del 10%.
Om LoanScouter

Cosa c’è da sapere sul prestito cessione del quinto

I prestiti online con cessione del quinto sono molto diffusi. Grazie a questa tipologia di prestiti, chi riceve la pensione o uno stipendio può ripagare il prestito cedendo un quinto delle entrate fisse. 

Si possono richiedere anche se in passato si è stati segnalati al Crif per colpa di un mancato pagamento. Infatti, questi prestiti non prevedono la verifica dello storico creditizio. 

In questo articolo spieghiamo in dettaglio:

  • Cosa sono i prestiti in cambio della cessione del quinto di stipendio o pensione
  • Come funzionano e perché bisogna coinvolgere una terza parte
  • Quali vantaggi o svantaggi comportano

Continua a leggere se vuoi sapere tutto sui prestiti con cessione del quinto.

Il prestito con cessione del quinto prevede di restituire il prestito ottenuto e pagare gli interessi corrispondenti sottraendo un quinto del valore della pensione o dello stipendio.

Confronta le offerte di prestito con cessione del quinto

Prima di richiedere un prestito è importante conoscere bene le condizioni e comparare le offerte. 

Come ogni altra scelta di consumo, anche per acquistare il denaro è bene confrontare tutte le opzioni disponibili. In fondo, un prestito è il diritto di usare del denaro che non si possiede. In cambio si paga un interesse che comprende spese e compenso per la finanziaria. 

Anche i prestiti online con cessione del quinto richiedono un attento confronto. Non basta conoscere l’importo della rata, ma è importante conoscere il tasso di interesse applicato. 

Il costo applicato al denaro offerto in prestito determinerà la durata del rimborso. Quanto più a lungo si ripaga sottraendo un quinto dalle entrate, maggiore sarà il costo complessivo.

1. Cosa sono i prestiti con cessione del quinto

Si tratta di una soluzione pensata per i lavoratori e gli ex lavoratori. Quindi sono destinati a chi percepisce uno stipendio come lavoratore dipendente, pubblico o privato, oppure riscuote adesso la pensione da lavoro.

2. Come si calcola la rata del prestito

Il calcolo della rata è molto semplice: basta dividere per cinque lo stipendio o la pensione ed ecco l’importo che verrà detratto.

3. Chi paga la rata del prestito

Nel caso degli altri prestiti personali chi ottiene il prestito è tenuto a fare i pagamenti o autorizzare il prelievo mensile dal conto corrente. Invece, in caso di cessione del quinto è il datore di lavoro o l’ente pensionistico a emettere il pagamento direttamente in favore della finanziaria.

4. Quanto costa la cessione del quinto

Che si tratti di pensione o stipendio, il costo finale è determinato dalla durata. Per questo è importante confrontare le offerte e trovare quella che consente di ripagare il prestito nel periodo più breve possibile.

L’importo complessivo che si può richiedere in prestito con cessione del quinto dipende direttamente dalle proprie entrate.  

Domande frequenti sul prestito cessione del quinto

Chi può richiedere i prestiti online con cessione del quinto?

Il prestito con cessione del quinto è riservato ai titolari di uno stipendio da lavoro dipendente, a tempo indeterminato, oppure chi percepisce la pensione da lavoro. È importante ricordare che per richiedere la cessione del quinto, la pensione al netto della rata deve essere superiore al valore minimo stabilito per legge. Mentre nel caso dei lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, la legge prevede che l’azienda possa essere assicurata in caso di fallimento.

Cos’è il doppio quinto o prestito con delega?

I prestiti con cessione del quinto prevedono che la rata sia pari a 1/5 delle entrate. Quando si parla del prestito con delega, invece, si ripaga il prestito sottraendo 2/5 dalle entrate provenienti da stipendio o pensione. In questo modo l’importo che si può richiedere in prestito è maggiore e i tempi per la restituzione non variano. Anche l’impegno economico è alto, infatti corrisponde al 40% dello stipendio o della pensione.

Quali controlli vengono eseguiti prima di concedere il prestito?

A differenza dei comuni prestiti personali, i prestiti con cessione del quinto non prevedono una verifica dello storico creditizio del richiedente. Infatti la presenza dello stipendio o la pensione rappresenta una garanzia sufficiente per ottenere il denaro.

Perché è obbligatoria l’assicurazione?

Il prestito con cessione del quinto prevede la stipula obbligatoria di un’assicurazione che tuteli l’istituto di credito dal mancato pagamento. Il premio è valido in caso di morte, ma anche nel caso in cui il datore di lavoro debba cessare l’attività prima di concludere il rimborso.

Come ottenere prestiti per segnalati al Crif senza cessione?

I prestiti con cessione del quinto non sono gli unici che non prevedono la verifica del passato creditizio del cliente. Altre opzioni che si possono valutare comprendono i prestiti con le cambiali, oppure i prestiti in cambio di pegni di beni materiali di pari valore.

Pro e contro del prestito cessione del quinto

Il prestito a fronte della cessione del quinto non prevede il controllo dello storico creditizio. Infatti sono sufficienti il contratto di lavoro o la pensione come garanzie di solvibilità. 

Questo tipo di prestito è un’opzione utile per chi vuole accedere al credito ma ha avuto problemi in passato. 

Valutiamo con attenzione tutte le caratteristiche del prestito con cessione del quinto, partendo da vantaggi e svantaggi. 

Pro dei prestiti online con cessione del quinto

  • I prestiti si possono richiedere da casa senza andare in filiale
  • L’importo della rata è noto in partenza
  • Le transazioni per i pagamenti sono a carico dell’istituto previdenziale o del datore di lavoro

Contro dei prestiti con cessione del quinto

  • Sono esclusi i percettori di pensione sociale, vale solo il reddito da lavoro
  • L’assicurazione è obbligatoria e fa crescere il costo del prestito

Esempio di prestito rappresentativo:

Importo del prestito6 000 €
Numero rate48
Importo rata140,17 € – 151,60 €
Tasso di interesse annualeMin. 5,73 % – Max 9,80 %
Durata minima – massima12 – 240 mesi
Tassa di iscrizione0 €
Totale interessi728,16 € – 1 276,80 €
Totale pagamenti6 728,16 € – 7 276,80 €
Il prestito cessione del quinto è uno strumento regolamentato dalla legge italiana. Serve per facilitare l’accesso al credito non finalizzato. Significa che chi lo ottiene può usare il denaro liberamente.

Cosa sono i prestiti a segnalati in Crif senza cessione del quinto

Il prestito in cambio della cessione del quinto è uno speciale strumento per accedere al credito. 

Le compagnie finanziarie specializzate nella cessione del credito concedono spesso questo tipo di prodotto che è uno dei preferiti dagli italiani per finanziare le spese. 

Anche chi in passato ha avuto difficoltà a rientrare nel prestito e onorare tutte le rate del debito, può richiedere questo finanziamento. 

Non rientrano in questa categoria i prestiti a cattivi pagatori senza cessione del quinto. In questo caso, infatti, la garanzia richiesta non è coperta dallo stipendio o la pensione. Inoltre, un segnalato con una storia di mancati pagamenti potrebbe trovare difficile l’accesso al credito. 

L’alternativa più comune in caso di prestito per cattivi pagatori senza cessione del quinto è il ricorso alle cambiali. Questo strumento consente di accedere al credito anche quando mancano le garanzie essenziali. 

D’altra parte, è necessario che ci sia fiducia da entrambe le parti. In alcuni casi, il prestito viene erogato per l’acquisto di un bene materiale che rappresenta una garanzia di per sé di rientro del capitale.

Prestito a protestati senza cessione del quinto

Questo tipo di finanziamento è molto raro ed è bene prestare massima attenzione. 

A differenza dei prestiti ai segnalati Crif senza cessione, i prodotti finanziari per i protestati sono molto pochi o addirittura inesistenti. 

Anche se i termini “segnalato” e “protestato” sembrano simili, in realtà indicano due condizioni finanziarie molto diverse. 

Vengono segnalati al Crif anche gli individui la cui richiesta di finanziamento viene respinta. Inoltre, nei registri dell’istituto di vigilanza si tiene conto anche dei ritardi dei pagamenti, o delle rate mancate. A seconda dei casi, i dati rimangono in archivio per un tempo che varia da 30 giorni fino a diversi anni. 

La concessione di prestiti personali a cattivi pagatori senza cessione del quinto è quindi più frequente di quanto si pensi. 

D’altra parte, i protestati sono coloro che non sono riusciti a risarcire il proprio debito e i cui beni sono andati all’asta per onorarlo. I loro nomi vengono registrati alla Camera di Commercio dove rimangono a lungo. A differenza dei prestiti per cattivi pagatori senza cessione del quinto, per i protestati non ci sono prodotti di credito disponibili. 

È molto importante prestare grande attenzione quando si valuta questo tipo di offerte. Il rischio di venire truffati è alto e solo gli istituti affidabili e riconosciuti da Bankitalia hanno diritto di operare. 

Su LoanScouter è possibile comparare solo istituti di credito di comprovata fiducia e affidabili. Il confronto tra le tante soluzioni è gratuito e senza impegno.

Quali sono le alternative da valutare se si opta per prestiti a segnalati Crif senza cessione.

I prestiti in cambio della cessione del quinto non sono tutti uguali ma devono rispondere alle disposizioni di legge.

Obbligo d’assicurazione sulla cessione del quinto

La legge prevede che per ottenere un prestito in cambio della cessione del quinto sia indispensabile l’assicurazione.

Inoltre, la compagnia può applicare altre spese che contribuiscono a far crescere il costo complessivo del prestito.

Obbligo d’assicurazione sulla cessione del quinto

La fonte di guadagno certa, lo stipendio o la pensione, rappresentano l’elemento su cui si fonda la fiducia tra le parti coinvolte. Per questo non viene richiesta un’altra forma di garanzia. 

Insomma, l’assicurazione si sostituisce alla garanzia ed è quindi un elemento che attribuisce sicurezza a questo tipo di contratto. 

Lo stabilisce la legge, quindi non si tratta di un’opzione facoltativa come, invece, succede con un prestito personale. 

Nel caso della cessione del quinto, le finanziarie si appoggiano a una compagnia assicurativa specializzata in questo tipo di servizio. 

Il costo dell’assicurazione viene incluso nel TAEG, cioè nel tasso di interesse complessivo che comprende tutte le voci di costo. 

L’assicurazione copre chi riceve il prestito in caso di morte, come succede con l’assicurazione sulla vita. Inoltre, la copertura è valida anche in caso di perdita di lavoro per cause che non riguardano il lavoratore, il caso tipico è il fallimento dell’azienda.

LoanScouter > Prestito cessione del quinto