Prestiti senza busta paga

  • Scopri quali altre fonti di reddito si possono usare per ottenere un credito
  • Verifica facile delle proposte più convenienti
  • Senza impegno e totalmente gratis

Panoramica dei prestiti senza busta paga

Aggiornato Gennaio 28, 2023
Importo del prestito
Mostra tutti
Durata
mesi
Mostra tutti
mesi
1.558 persone hanno scelto questo prestito negli ultimi 31 giorni
8.8
Recensione
Importo del prestito 2.000 – 75.000 €
Durata 61 – 2555 giorni
Tasso percentuale annuo 5.2 – 16.4 %
Pagamento stimato Lunedì 08:00
  • Processo rapido
  • Finanziamento 100% online
  • Richiesta personalizzata
Esempio: Importo richiesto 19.094,21 euro: TAN fisso 3,4 %, TAEG fisso 4,04 %, in 120 rate da € 193. Spese, già incluse nel calcolo del TAEG: commissioni Intermediario incaricato per istruttoria pratica € 0,0, commissioni istruttoria pratica € 500,00, imposta di bollo/sostitutiva € 16,00, interessi € 3.549,79. Importo totale del credito: 23.160,00 euro. Periodo compreso tra 61 giorni e 2.555 giorni. Il TAEG annuo minimo è del 5,2% e quello massimo del 16,4%.
1.683 persone hanno scelto questo prestito negli ultimi 31 giorni
8.8
Recensione
Importo del prestito 300 – 3.000 €
Durata 3 – 36 mesi
Tasso percentuale annuo 21.84 – 21.84 %
Pagamento stimato Lunedì 08:00
  • Richiedi la carta YOU in soli 2 minuti
  • Credito gratuito fino a 7 settimane
  • 100% online
Esempio: Tasso di interesse nominale annuo applicabile al pagamento differito: 19,92% (APR 21,84%). A titolo esemplificativo, differire un importo di 1.500 euro (prelievo integrale il primo giorno), con un periodo di rimborso di 4 anni, in 47 rate mensili di 45,58 euro e un’ultima rata di 45,70 euro, importo totale dovuto a alla fine di tale periodo (capitale + interessi) di € 2.187,96. Periodo compreso tra 3 mesi e 36 mesi. Il TAEG annuo massimo è del 21,84%.
11 persone hanno scelto questo prestito negli ultimi 31 giorni
5.8
Recensione
Importo del prestito 1.000 – 60.000 €
Durata 12 – 120 mesi
Tasso percentuale annuo 2 – 17.887 %
Pagamento stimato Febbraio 12, 2023
  • Preventivi personalizzati
  • Completamente gratuito e senza impegno
  • Con 10 anni di esperienza
Esempio: TAN fisso a partire da 3,75% – Importo messo a disposizione del consumatore: 25.000 € – 120 rate mensili da 282,77 € – TAEG 6,61%. Importo restituito: 33.932.40 €. Periodo compreso tra 12 mesi e 120 mesi. Il TAEG annuo minimo è del 2% e quello massimo del 17,887%.
8 persone hanno scelto questo prestito negli ultimi 31 giorni
5.6
Recensione
Importo del prestito 5.000 – 75.000 €
Durata 36 – 120 mesi
Tasso percentuale annuo 3 – 10 %
Pagamento stimato Febbraio 12, 2023
  • Nessun garante richiesto
  • Riceverai tutte le informazioni in modo veloce
  • Rimborso leggero fino a 10 anni in piccole rate
Esempio: Importo messo a disposizione del consumatore: 25.000 €. 120 rate mensili da 282,77 €. TAEG 6,61%. Importo restituito: 33.932.40€. Periodo compreso tra 36 mesi e 120 mesi. Il TAEG annuo minimo è del 3% e quello massimo del 10%.
Nuovo prodotto
8.9
Recensione
Importo del prestito 1.000 – 50.000 €
Durata 6 – 84 mesi
Tasso percentuale annuo 4.99 – 16.74 %
Pagamento stimato Febbraio 27, 2023
  • Richiedi un finanziamento in 3 minuti
  • Esito finale entro 24h
  • Prestiti a tasso fisso e rate costanti
Esempio: Per un importo totale di 10.000 € rimborsabile in 84 mensilità di 140,77 €. TAEG fisso: 4,99 % (esclusa l’assicurazione facoltativa, in caso di scelta dell’assicurazione il tasso promozionale decade). TAN fisso: 4,49 %. Costo del servizio: 131,71 €. Interessi totali dell’operazione: 1.692,97 €. Importo totale dovuto per il prestito 11.824,68 €. Il numero di rate disponibili va da un minimo di 6 mesi ad un massimo di 84. l TAEG min applicabile è del 4,99% e quello massimo è del 16,74%
11 persone hanno scelto questo prestito negli ultimi 31 giorni
5.9
Recensione
Importo del prestito 5.000 – 30.000 €
Durata 24 – 84 mesi
Tasso percentuale annuo 15.75 – 16.88 %
Pagamento stimato Febbraio 27, 2023
  • Finanziamenti altamente personalizzati
  • Consulenza dedicata di un esperto Compass
  • Scegliere il finanziamento più in linea con le tue esigenze
Esempio: Importo totale del credito € 9.000. Importo totale dovuto € 14.767,36. Modalità di rimborso con addebito diretto in conto (SDD). TAEG 16,60% inclusivo di: interessi al TAN Fisso 14,65%; spese di istruttoria pari a € 135,00; spese incasso e gestione pratica € 1,00 a rata; oneri fiscali applicati al contratto richiesti con prima rata € 22,84; oneri fiscali applicati alle comunicazioni periodiche di trasparenza € 0,00; spese di invio comunicazione periodica di trasparenza annuale € 0,56 se cartacea (gratuita online). Durata totale del finanziamento: 84 mesi. Importo richiedibile min. 5.000€ max 30.000€ rimborsabile min 24 mesi, max 84 mesi. TAEG min 15,75% e TAEG max 16,88%.
Om LoanScouter

Prestiti senza busta paga, ecco cosa sapere

Ottenere prestiti senza busta paga sembra impossibile? Ci sono alternative valide da valutare per ottenere liquidità o finanziare le spese. Qui puoi confrontare le offerte più convenienti comparando tutti i risultati in una sola pagina e con pochi clic. È facile ed è sempre gratis, senza impegno. 

In questo articolo parleremo di:

  • Come avere un prestito senza busta paga
  • Perché i prestiti personali senza busta paga sono meno comuni
  • Quali condizioni sono necessarie per ottenere il finanziamento

Continua a leggere se vuoi sapere quali sono le opzioni per ottenere prestiti senza busta paga.

Il prestito senza busta paga è un prodotto che comporta maggiori rischi per la banca. Ma non è impossibile ottenerlo sapendo quali elementi portare a garanzia della propria solvibilità.

Come richiedere un prestito senza busta paga

Gli istituti di credito non sono tutti uguali, non tutti offrono gli stessi prodotti o alle stesse condizioni. Per questa ragione è importante informarsi e conoscere le condizioni per erogare un prestito che banche e finanziarie applicano. 

Confrontando i risultati presenti sul comparatore di LoanScouter è facile capire se si possono soddisfare le condizioni richieste e a quale prezzo. 

La mancanza di una garanzia rappresentata dallo stipendio come dipendente si può compensare con altre assicurazioni.

  1. Reddito da lavoro autonomo
  2. Pensione da lavoro
  3. Rendimenti, di titoli o affitto di immobili
  4. A fronte della firma di cambiali
  5. Con l’aiuto di un garante o di un cointestatario

Anche l’importo è determinante per il buon esito della richiesta. Importi maggiori, come un mutuo o un grosso prestito personale possono presentare difficoltà. Invece è più semplice ottenere prestiti di importo inferiore per far fronte a spese mirate.

Prima di chiedere un prestito senza busta paga è importante confrontare tutti i prestiti disponibili. Le opzioni sono diverse, dipendono dall’istituto di credito e, a volte,  anche la stessa banca può offrire soluzioni alternative in base alle proprie condizioni economiche. 

Vantaggi e svantaggi dei prestiti senza busta paga

Prima di inoltrare la richiesta di un prestito personale senza busta paga è bene sapere quali sono i vantaggi e gli svantaggi. 

Ricapitoliamo le condizioni richieste dagli istituti di credito per offrire un prodotto adatto alle condizioni specifiche di ogni cliente. 

Ecco in breve a cosa fare attenzione leggendo il contratto. 

Vantaggi

  • Oltre alla busta paga la banca accetta altre forme di garanzia
  • Se ritenute valide, le garanzie alternative aprono le porte alle stesse condizioni valide per i dipendenti
  • Piccoli importi possono essere restituiti senza sopportare costi eccessivi

Svantaggi

  • In base al tipo di garanzia offerta si può essere soggetti a interessi più alti
  • Il merito creditizio determina il tasso di interesse, così i cattivi pagatori potrebbero pagare di più o non essere ammessi al credito
  • A volte è necessaria la figura di un garante o cointestatario con buone credenziali economiche
Tipologie di richiedenteAccesso al creditoTassi più elevati
Lavoratore autonomo No
Con rendita da affittoNo
Con ipoteca
Con cambiali
Con garanteNo
Cattivo pagatoreSì con garante
PignoratoNo
Come fare un prestito senza busta paga
I prestiti senza busta paga in genere tendono a costare di più perché le garanzie offerte in cambio possono essere deboli. È importante simulare il prestito prima di inoltrare la richiesta e valutare l’incidenza delle spese sulle entrate. 

FAQ: Domande frequenti sui prestiti senza busta paga

Come ottenere un prestito senza busta paga?

La busta paga, meglio se da lavoro dipendente a tempo indeterminato, è ritenuta una garanzia molto valida. L’istituto di credito però può accettare altre forme di collaterale per concedere il capitale. Si può finanziare l’acquisto di un bene fisico, che è di per sé garanzia di valore. Oppure si possono richiedere prestiti personali con l’accredito del denaro sul conto corrente presentando garanzie alternative a dimostrazione delle proprie entrate regolari. 

Perché i tassi di interesse sono più alti per i prestiti senza busta paga?

Non è sempre vero che i tassi di interesse siano maggiori per i prestiti senza paga. Chi offre una valida rassicurazione alla banca della propria solvibilità viene valutato in base al proprio storico creditizio. In questo caso un buon credit score ha maggiore valore rispetto alla fonte delle entrate. Un altro parametro che viene preso in considerazione è il rapporto tra entrate e uscite fisse, tipo l’affitto o il possesso della casa. La regola, quando si chiede un prestito è di accorciarne il più possibile la durata in modo da pagare meno interessi nel tempo. 

Si può impegnare due volte lo stipendio?

Chi ha già chiesto un finanziamento in cambio di un quinto dello stipendio non può impegnare di nuovo la busta paga per ottenere un nuovo finanziamento. Dovrà dimostrare invece alla banca di essere in grado di farsi carico del nuovo impegno finanziario documentando le proprie spese mensili o la presenza di entrate extra. 

Si può ottenere un prestito veloce senza busta paga? 

Per ottenere prestiti in un’ora senza busta paga bisogna avere stipulato con la banca un accordo specifico. Quando i tempi d’approvazione sono scaduti, il cliente ha la possibilità di accedere a un fido. Quindi, operare in scoperto sul proprio conto corrente. 

Si possono richiedere prestiti senza busta paga e senza garante?

Si tratta di condizioni molto particolari per le quali è necessario dimostrare di avere altre fonti di reddito diverse dallo stipendio. È il caso delle pensioni da lavoro, quindi sono esclusi i percettori di pensione minima o d’invalidità. Oppure bisogna dimostrare di avere un altro tipo di redditi che proviene da titoli e azioni, oppure dall’affitto di beni mobili o immobili. 

Come ottenere prestiti personali senza busta paga e senza garante

Vediamo in dettaglio questa tipologia di prestito, difficile da ottenere se non a particolari condizioni. 

Il reddito è di per sé una garanzia di solvibilità per la banca che scommette sul proprio cliente. Ma se il cliente dimostra di percepire redditi diversi ma solidi, la banca può riconsiderare la possibilità di concedere un prestito senza busta paga e senza garante.

È il caso dei lavoratori autonomi, che percepiscono i proventi del loro lavoro fatturando. La banca decide di stanziare il prestito in base a elementi come l’andamento dell’anno precedente, la regolarità dei pagamenti all’Agenzia delle Entrate e in rapporto alle spese correnti.

Come ottenere prestiti personali senza busta paga e senza garante

Un’altra categoria è rappresentata dai pensionati che non percepiscono più una busta paga ma un reddito fisso maturato con gli anni di lavoro.

Chi possiede un patrimonio azionario può usare come garanzia il reddito generato oppure il pacchetto azionario stesso. 

Lo stesso vale per chi affitta beni mobili o immobili, come attrezzature, case vacanza, capannoni, ecc. La banca può stabilire se accettare i proventi a garanzia del prestito o se rivalersi sugli stessi beni in caso di insolvenza. Infine, una strada percorribile è quella della firma delle cambiali. Le banche possono accettare di finanziare il cliente che si impegna con la firma di questo speciale strumento di credito. 

Di tutt’altro tenore sono i prestiti di piccole cifre da 500 euro in poi, che possono essere erogati ai clienti anche senza richiedere garanzie. 

Come ottenere prestiti per disoccupati

Alcune categorie di persone possono avere difficoltà a ottenere credito presso le banche e gli altri istituti privati. La ragione è la mancanza di garanzie o le entrate limitate. 

Nel caso del prestito per disoccupati è bene valutare se lo stato di inoccupazione è temporaneo. 

L’indennità di disoccupazione non è una garanzia sufficiente per ripagare il debito. Ma il prestito per disoccupati Naspi può essere richiesto dai lavoratori stagionali che dimostrano una certa regolarità delle entrate negli ultimi anni. 

Anche nel caso del prestito per disoccupati valgono le regole esposte sopra. Un importo contenuto e per un periodo breve ha più probabilità di essere approvato. 

Garanzie alternative alla busta paga sono indispensabili perché la banca decida di concedere un prestito a disoccupati.

ImportoTAEGRata
1.000€8,47%53,21€
2.500€7,65%65,35€
3.000€5,89%77,85€
Quanto costano i prestiti senza busta paga
I prestiti senza busta paga sono un prodotto rischioso per la banca ma anche per il richiedente. Usare il simulatore per valutare la spesa mensile reale è uno strumento utile per evitare il sovraindebitamento. 

Richiedere un prestito online senza busta paga oppure in filiale

Oggi i prestiti si chiedono seduti comodamente sulla poltrona di casa e il più delle volte non è necessario andare in filiale. 

Alcune compagnie preferiscono conoscere personalmente il proprio cliente, farlo sentire a proprio agio e proporgli soluzioni su misura dal vivo. 

La differenza per il richiedente è minima, si possono inoltrare richieste di prestiti online senza busta paga e poi completare la pratica in sede. 

A volte, i prestiti on line senza busta paga costano meno perché i costi per la compagnia sono minori. 

Prima di fare qualsiasi scelta è utile verificare le offerte sul mercato. Grazie al comparatore di LoanScouter è facile scoprire le entità che offrono l’accesso al credito direttamente online. Simulando le rate si può valutare la propria capacità di rientrare nelle spese. Inoltre si può usare il comparatore più volte, simulando importi e durate diverse fino a trovare la combinazione ideale.

Come ottenere prestiti veloci senza busta paga

I clienti di una banca possono avere ottenuto trattamenti privilegiati in base all’anzianità del proprio conto. 

Per questo tipo di clienti non è difficile ottenere prestiti in un’ora, anche senza busta paga. Però è una condizione rara, che si verifica solo in determinate condizioni.

Per ottenere prestiti in 24 ore senza busta paga si può fare affidamento ad altri canali, come le piattaforme P2P non sottoposte a verifica dello storico creditizio. Attenzione però, la regola da tenere a mente è sempre la stessa: quanto più facile è ottenere il prestito, maggiori potrebbero essere i tassi di interesse applicati. 

Come ottenere prestiti veloci senza busta paga

Per ottenere un prestito online veloce senza busta paga si possono offrire garanzie diverse e inoltrare la pratica. Di solito bastano pochi giorni per verificare la documentazione e inviare la risposta. Nel caso degli istituti che operano online una prima valutazione viene fornita immediatamente. Basta compilare un formulario online e inserire i dati richiesti. Solo dopo una prima selezione si possono inoltrare i documenti specifici richiesti.

Per ottenere denaro molto velocemente si può ricorrere alle carte di credito o di tipo revolving. Questi prodotti offrono un credito per le spese sempre disponibile entro certi limiti pattuiti in precedenza. Quindi lo scoperto si ripaga in un unico saldo senza interessi a fine o inizio mese. Si può anche chiedere di rateizzare il credito ottenuto pagando un interesse. La carta di credito, però, è concessa solo a chi dimostra di avere entrate sufficienti.

Cos’è un prestito cambializzato

Le cambiali rappresentano un altro metodo per ottenere un prestito. Si usano quando lo stipendio è già stato impegnato per saldare un altro debito oppure se non sono presenti altre fonte di reddito. 

Con la cambiale il cliente si impegna formalmente a saldare il debito entro i termini stabiliti. In caso contrario, la banca ha il diritto di esigere le garanzie.

La formula più comune è quella della cambiale ipotecaria, cioè un bene fisico usato come garanzia e che rende valido il contratto tra chi presta e chi riceve il denaro. 

Questo tipo di prodotto è ormai raro tra i clienti privati. Infatti, è più spesso usato dagli impresari per ottenere liquidità dalle banche. Quando si impegna un bene o la casa, la banca ha il diritto di esigerlo in cambio del mancato pagamento. È bene valutare con cura e molta attenzione se sottoscrivere questo tipo di accordo perché potrebbe risultare svantaggioso per il cliente.

LoanScouter > Prestiti senza busta paga